Trattamento acque con processi di Filtrazione

La filtrazione è senz’altro uno dei più comuni trattamenti meccanici di separazione delle sostanze solide presenti in sospensione nell’acqua. Molto spesso la filtrazione è accompagnata da altri processi di trattamento chimico-fisico o biologico al fine di ottimizzarne la resa e allungarne la vita utile.

Le sostanze sedimentabili, in virtù della loro natura chimico fisica, del peso specifico e dimensioni, tendono a separarsi spontaneamente dall’acqua depositandosi in tempi più o meno lunghi.

Le sostanze sospese invece non riescono a separarsi spontaneamente se non dopo tempi molto lunghi, queste sono ad esempio le sostanze colloidali, quali: l’argilla fine, le sostanze organiche in genere, i tensioattivi.

La scelta della velocità di filtrazione, della composizione del letto filtrante, del sistema di lavaggio del mezzo filtrante, determina l’efficacia del processo di filtrazione per le diverse applicazioni.

  • Trattamento acque di pozzo per uso civile e industriale
  • Pre-Trattamento negli impianti ad Osmosi Inversa
  • Pre-Trattamento acque di mare
  • Trattamento acque reflue civili
  • Trattamento acque reflue industriali
  • Affinamento effluente trattato per riutilizzo delle acque (impiego in irrigazione, nell’industria, etc)

Trattamento acque con Osmosi Inversa

L’osmosi inversa rappresenta oggi la tecnica più conveniente e sicura per la rimozione di sostanze o sali disciolti contenuti in un liquido, con contemporanea azione di sterilizzazione.

Tramite una pompa di alta pressione, l’acqua da trattare viene spinta ad attraversare una membrana semipermeabile, caratterizzata da altissima reiezione salina.

Tale membrana, in opportune condizioni di pressione (ben superiore alla pressione osmotica dell’acqua da trattare), produce una portata d’acqua caratterizzata da un bassissimo contenuto di sali (permeato) e una seconda portata nella quale si concentrano tutti i sali trattenuti dalla membrana (concentrato), inviata a scarico.

L’osmosi inversa, oltre a rappresentare una tecnologia di più facile gestione rispetto ai filtri a resine scambiatrici di ioni (che comportano i problemi di smaltimento-trattamento degli eluati di rigenerazione) consente un risparmio economico rispetto ad altri tipi di trattamento delle acque come la distillazione.

WTEC Plants produce impianti standardizzati garantendo alta qualità dei materiali impiegati e alte performance.

WTEC Plants progetta e realizza impianti chiavi in mano su richieste specifiche per produzioni fino a 10.000 m3/giorno

  • Demineralizzazione acque di pozzo o di rete per usi industriali
  • Potabilizzazione di acque di pozzo
  • Dissalazione acque salmastre per ottenere acque ad uso potabile, irriguo o industriale
  • Dissalazione-potabilizzazione acqua di mare

Trattamento acque con processo di Addolcimento

L’addolcimento a resine in ciclo sodico consente la rimozione degli ioni Calcio e Magnesio (che determinano la durezza di un’acqua) attraverso il contatto con i grani di resina, i quali rilasciano al contempo ioni Sodio in sostituzione.

L’addolcimento a resine non modifica sostanzialmente la salinità dell’acqua.

Una durezza elevata è responsabile della formazione di incrostazioni sulle tubazioni o sulle apparecchiature attraversate dall’acqua (scambiatori di calore, caldaie, torri di raffreddamento, etc.).

Gli addolcitori IS lavorano in maniera completamente automatica. La rigenerazione delle resine è stabilita dalla valvola multi-vie o dal software del PLC in funzione di un volume d’acqua addolcita, la cui entità dipende dalla durezza dell’acqua da trattare o, a scelta, da un temporizzatore.

Quando la resina perde la sua capacità di scambio, significa che si è esaurita. La resina si rigenera con una soluzione satura (salamoia) di cloruro di sodio. A seconda del livello rigenerativo previsto (grammi di NaCl per litro di resina) la resina ha capacità di scambio differenti: maggiore è il livello rigenerativo, maggiore è la capacità di scambio.

Gli addolcitori IS e ISD sono apparecchiature previste nell’impiego industriale, civile.

  • Addolcimento acqua di rete
  • Addolcimento di acqua di pozzo
  • Nel campo industriale (lavanderie, alimentazione di generatori di vapore, alimentazione torri di raffreddamento, etc.)
  • Nel campo civile (potabilizzazione, alimentazione grosse caldaie condominiali)

Trattamento acque con processo di Ultrafiltrazione

L’ultrafiltrazione è un processo di purificazione nel quale l’acqua da trattare viene spinta ad attraversare una membrana semi-permeabile. Le particelle solide in sospensione (come colloidi) fino a 0,01 µ vengono trattenute, viene quindi svolta un’azione importante per la rimozione della torbidità e per la debatterizzazione (sterilizzazione dell’acqua).

  • Potabilizzazione
  • Pretrattamento per osmosi inversa
  • Rimozione di sostanze organiche e batteri
  • Rimozione delle particelle sospese dalle acque reflue
  • Sanificazione acque di pozzo/fiume

Depurazione Acque Reflue civili

I reflui di origine “civile” vengono depurati “biologicamente” perché questo è il sistema più idoneo per ottenere rendimenti di abbattimento del BOD5 superiori al 90%.

Gli impianti WTEC Plants basano la degradazione del BOD5 mediante processi di “ossidazione totale a fanghi attivi”, con mineralizzazione del fango di supero (tramite aerazione prolungata).

Il giusto apporto di ossigeno e l’omogenea distribuzione del refluo in vasca, consentono la formazione e la crescita dei fanghi attivi, indispensabili alla depurazione.

Per maggiori informazioni sul trattamento e depurazione delle acque